loading...

FEDERICA SCIARELLI DOPO 11 ANNI ABBANDONA “CHI L’HA VISTO”. E IL MOTIVO È TREMENDO

ksx3aphj

Federica Sciarelli ha deciso di abbandonare la trasmissione che l’ha resa famosa e stimata da tutti i telespettatori italiani. Con la conduzione di Chi l’ha visto, dopo 11 anni davanti alle telecamere di quella che è stata definita la Tv del dolore, anche se di altissima qualità, psicologicamente non riesce più a proseguire. Morti, decessi, assassini, scomparse, troppo difficile portare avanti senza sentirsi coinvolta tantissimi drammi che si sono succeduti in tutti questi anni nel programma di Rai 3. Ecco le parole della Sciarelli rilasciate in un’intervista di Fabio Fazio di alcune settimane fa:

    “Ho chiesto la sostituzione perché dopo 11 anni che convivo con il dolore della gente voglio cercare di presentare un programma nuovo e allegro. Sono certa però che la Rai non accetterà, attendo la risposta. A Chi l’ha visto cerchiamo persone con storie vere, tanti sono i casi che ancora mi porto nel cuore. Per esempio la storia di Ilaria Alpi (che era anche una mia collega) o quella della signora Margherita che truffata si è buttata nel Tevere per la forte umiliazione e nessuno purtroppo si ricorda di lei”.

Questo è probabilmente il punto focale della questione: l’impossibilità di staccare la spina, di sfuggire al dolore degli altri prima di condividerlo:

    Non stacchi. Sei sempre a contatto con i famigliari. Prendiamo caso del ragazzo scomparso a Roma, Daniele Potenzoni. Era in gita scolastica e in pratica gli infermieri lo hanno perso. Sua madre lo cerca da giugno. Noi abbiamo fatto delle puntate e ovviamente la signora mi telefona per avere da me le novità. Tutti noi siamo come spugne, assorbiamo il dolore della gente.

Da qui il desiderio di dedicarsi ad altro: non un capriccio, solo la necessità di evitare l’alienazione e di allontanarsi il più possibile da quella tv del dolore nella quale ha finito per restare invischiata.

http://inews24.it/

loading...
loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *