loading...

CALCI E PUGNI ALLA FIDANZATA E CHIAMA LA MADRE DI LEI, MA NON ANDRÀ IN CARCERE

2023572_swns_luke_a_court_01

Picchia la fidanzata e chiama la madre di lei per farle sentire cosa sta accadendo. Luke A’Court, 31enne britannico, è stato accusato di violenza nei confronti della sua compagna dopo averla picchiata sotto l’effetto di alcol e stupefacenti. L’uomo però, sottoposto a un processo che si è concluso in questi giorni, è riuscito ad evitare il carcere.  Luke sarebbe tornato a casa ubriaco e in stato di alterazione dopo aver partecipato insieme alla sua fidanzata a un matrimonio, improvvisamente ha iniziato a picchiarla con calci e pugni, facendole anche battere più volte la testa contro il muro. Come se la violenza non fosse già abbastanza grave ha chiamato la madre della donna facendole sentire le grida della figlia. La mamma della vittima lo ha più volte pregato di smettere, mentre la figlia gridava aiuto e descriveva alla madre cosa stava subendo e quello che le stava accadendo.

 Immediatamente è stata avvertita la polizia che ha arrestato l’uomo e soccorso la fidanzata. La vittima ha riportato diverse lesioni e abrasioni ma fortunatamente nulla di grave. L’uomo però non sconterà alcuna pena in carcere: il magistrato ha riconosciuto che la sua furia è stata dovuta a uno stato di alterazione e ha sentenziato che dovrà sottoporsi solo a un programma di recupero e disintossicazione.

http://www.leggo.it/

loading...
loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *