loading...

7 segreti militari declassificati

camp-century-5-900x600

Da un disco volante supersonico a una città nascosta nei ghiacci: i dettagli, un tempo segreti, dei più curiosi e spietati piani bellici abbandonati.

Assurdi, inquietanti, terrificanti, grotteschi se letti col senno di poi: sono le caratteristiche di alcuni ambiziosi progetti militari un tempo segretissimi, e in seguito declassificati (cioè resi accessibili e non più riservati). Ecco 7 operazioni militari o della CIA delle quali siamo venuti a sapere solo dopo la loro cancellazione.

1- Progetto Iceworm. L’operazione militare statunitense avviata negli anni ’60 prevedeva di ricavare una base di lancio per missili balistici sotto la calotta di ghiaccio della Groenlandia, abbastanza vicina all’Unione Sovietica per colpire siti sensibili. Per testarne la fattibilità gli USA crearono una città sotterranea chiamata Camp Century, che fu in seguito abbandonata per le condizioni instabili del ghiaccio (e che però può fare ancora danni). Il progetto fu reso noto dal governo danese solo nel 1995

2- Progetto 1794. A fine 2012, l’aeronautica militare USA declassificò i documenti relativi al progetto di costruire un velivolo a forma di “disco volante” che potesse contrastare i bombardieri russi. I piani avviati nel 1950 prevedevano la costruzione di un mezzo capace di raggiungere velocità Mach 4 (4 volte la velocità del suono) e i 30.480 metri di quota: una sorta di navicella supersonica capace di volare nella stratosfera. L’azienda canadese Avro Aircraft Ltd. si occupò di realizzarne alcuni prototipi al costo di 3 milioni di dollari dell’epoca (circa 23 milioni di euro attuali), ma l’Avrocar – questo il nome del mezzo – si rivelò molto instabile e rumoroso e il progetto fu cancellato nel 1961.

gallery-1446672202-pmx0213058e-900x600

3- Progetto MK-ULTRA. Dietro a questo nome in codice si nascondeva il progetto della CIA per il controllo della mente che ha ispirato noti film, come Ipotesi di complotto e The Manchurian Candidate. Il programma illegale e clandestino prevedeva esperimenti su potenziali metodi di controllo della mente, come ipnosi, somministrazione di LSD e barbiturici, tecniche di tortura, per istruire assassini inconsapevoli e “programmati” allo scopo, o controllare leader scomodi. Approvato nel 1953, il programma fu cancellato definitivamente 20 anni dopo, quando l’allora capo della CIA ordinò la distruzione dei suoi documenti. Ma 4 anni dopo, dopo una difficile indagine, quei fogli furono desegretati.

4- Area 51. Nessun altro sito “segreto” è famoso come quest’area militare a 134 km da Las Vegas, in Nevada. Nel luglio 2013, la declassificazione di alcuni documenti della CIA rivelò che l’area era stata per anni utilizzata per testare progetti aerei segreti, tra i quali gli aerei spia da ricognizione U-2, usati nei programmi di sorveglianza contro l’Unione Sovietica. Il carattere di segretezza dell’area aveva attirato le voci sui possibili avvistamenti ed esperimenti alieni, ma la realtà delle cose non era meno affascinante.

con_h_6-18007175_web-900x600

5- Progetto Grudge. Anche se non nell’Area 51, l’aeronautica USA si occupò brevemente dello studio degli oggetti volanti non identificati, nel cosiddetto Progetto Grudge (in italiano “Progetto rancore”) dal 1947 al 1949. Le conclusioni del breve programma di studio furono che molti “avvistamenti” sembravano effettivamente riconducibili a velivoli, ma che non c’erano dati a sufficienza per stabilirne l’origine. I critici del progetto sostenevano che ogni valutazione fosse partita dalla premessa che gli UFO non esistono, e che pertanto le analisi di questo programma non fossero attendibili.

6- Operazione Paperclip. Nel 1946, a conclusione della Seconda Guerra Mondiale, il Presidente degli Stati Uniti Harry Truman autorizzò l’operazione, che prevedeva di attirare negli Stati Uniti le menti che avevano servito il nazismo, per evitare che quelle conoscenze militari e tecnologiche passassero all’Unione Sovietica. L’operazione proseguì fino agli anni ’70 e attirò tra gli altri anche il barone Wernher von Braun: lo scienziato, da ideatore di razzi militari nazisti, divenne il progettista del razzo Saturn V, che portò l’uomo sulla Luna.

207151main_vonbraun-kennedy_w-900x600

7- Progetto Manhattan. Il tristemente noto progetto di ricerca per la realizzazione delle prime bombe atomiche iniziò nel 1939 per rivelarsi, in tutto il suo disastroso potenziale, il 16 luglio 1945, con il Trinity Test nella base di Alamogordo, 193 km a sud di Albuquerque, nel Nuovo Messico. Un mese dopo quel primo, impressionante fungo atomico, due bombe atomiche distrussero Hiroshima e Nagasaki. Le fotografie delle prime bombe furono declassificate solo negli anni ’60.

con_h_24-1938470_web-900x600

http://www.focus.it/

loading...
loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *